Articoli

Giardiniera

Nelle più classiche tavolate italiane non può certamente mancare la giardiniera di verdure e così oggi ho deciso di portarvi la mia ricetta di una delle più classiche ed apprezzate pietanze del nostro paese.

La giardiniera, anche detta giardiniera campagnola, è un composto di ortaggi spezzettati, lessati in acqua ed aceto ed utilizzati come contorno o guarnitura ed è un modo antichissimo di conservare parte della sovrabbondante produzione di verdure dei mesi estivi, allo scopo di consumarle durante l'inverno. Con il passare degli anni questo "metodo di conservazione" è diventato un elemento simbolo della cucina povera ma storica della tradizione italica.

 

 

 

INGREDIENTI:

aceto di vino bianco 500 ml

zucchero 180-200 g 

ortaggi a piacere (cipolle borettane, peperoni, sedano, cavolo romano, carote, cavolfiori etc...)

 

PROCEDIMENTO:

Pulire e tagliare grossolanamente gli ortaggi (come da foto) a piacere, nel frattempo far bollire l'aceto con lo zucchero, non appena raggiunta la temperatura di ebollizione andando in un ordine di colore dal più chiaro al più scuro far bolllire la verdura facendo molta attenzione perchè il tempo di cottura varierà dal tipo di ortaggio e dalle dimensioni scelte per ciascuno di essi, infatti la cottura potrà variare da 1 a 3/4 minuti.

Mettere le verdure bollite in una ciotola a parte. Quando avrete cotto tutte le verdure copritele con il liquido di cottura rimasto, aggiungere abbondante olio evo fino a raggiungere un sapore non troppo acido ma leggermente dolciastro e piacevole al palato, inoltre se necessario aggiungere uno o due cucchiai di zucchero semolato. 

Per finire come da immagine mettiamo il composto ancora caldo in vasetti di vetro portandoli a livello aggiungendo poco alla volta il liquido di cottura. Sterilizzare in forno a 130° per circa 15 minuti. 

Non appena fuori dal forno e raffreddata la vostra giardiniera sarà pronta per essere servita :)

Fagottini di melanzane con speck e zola

Ingredienti:

3 fette di melanzana grigliata zola di capra
1 fettina di speck stagionato mezza cipolla bianca /
erba cipollina vino rosso /
aceto rosso lime e limone /
zucchero sale e pepe

Procedimento :

Grigliare le melanzane tonde e condirle con 1 parte di lime 2 di olio 1di limone 1 di aceto aceto sale e pepe. Tagliare lo zola e lo speck a strisce e avvolgerle nella melanzana con 2 fili di erba cipollina. chiudere il fagottino con mezzo stuzzicadenti. Nel frattempo caramellare le cipolle con 1parte di aceto, 2 parti di vino 1 cucchiaio di zucchero. Frullare qualche filo di erba cipollina con l’olio. Scaldare i fagottini in forno caldo a 200° per pochi minuti. Togliere dal fuoco appena lo zola comincia a sciogliersi.

Impiattare:

Disporre le cipolle caramellate a ciuffetti in 3 punti del piatto, adagiarci sopra il fagottino di melanzana all’interno del quale verseremo un cucchiaino di salsa di cipolle e un cerchietto di cipolla caramellata.  

Millefoglie di ceci con carciofi marinati e gamberi al vapore

Ingredienti  x 4pax

per le cialde:
250gr farina di ceci
40gr olio
80gr acqua
5gr sale

altri ingredienti:
8 gamberi
1 carciofo
1 burrata piccola
olio sale pepe limone

 

Procedimento :
Impastare tutti gli ingredienti per le cialde: lasciar riposare una decina di minuti: formare delle sfoglie con la nonna papera passando dal primo al penultimo buco senza utilizzare le fasi intermedie. All’occorrenza infarinare con farina di ceci prima di tirare la sfoglia. Con un coppapasta del diametro di 6 cm circa formare dei cerchi e bucherellarli in superficie con i rebbi della forchetta. Disporli su una placca da forno ricoperata da carta forno e cuocerli a 180° fino a colorazione. Con questo impasto farete un bel vassoio di cialde che potrete servire in tavola. Le cialde restano croccanti per 2 o 3 giorni
Mondare un carciofo ricavandone solo la parte tenera che taglieremo a fettine sottilissime. Condire con olio, pepe, sale e qualche goccia di limone. Lasciar marinare.
Pulire i gamberi privarli delle  teste  e cuocerli al vapore con l’apposito contenitore di bamboo. Frullare la burrata.

Impiattare:
al centro del piatto versare un cucchiaio di burrata adagiarvi sopra una cialda, due fettine di gambero tagliato a fettine sottilissime (3 fettine per gambero) e un ciuffetto di carciofi marinati. Salare pepare e aggiungere un filo d’olio. Al centro disporre un cucchiaino di burrata che servirà da collante per lo strato successivo.
Ripartire con la cialda e formare un secondo strato. Terminare con i carciofi. Condire con sale pepe e olio e decorare il piatto con un filo d’olio e pepe.

Servire caldo.

focaccia del golfista

Questa focaccia è una creazione di mia mamma può essere mangiata come antipasto o come aacompagnamento

Leggi tutto: focaccia del golfista

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information